PAVIMENTISTA

ATTIVITA’/MANSIONI

Trattasi di una professione rientrante nell’ambito dell’edilizia d’interni. Il pavimentista provvede alla posa a regola d’arte di pavimenti vari, secondo gli standard di abitabilità e funzionalità degli ambienti interni. La scelta del colore e della qualità di un pavimento – sia esso in PVC, linoleum, moquette, legno, parquet, ma anche in pietra o piastrelle di ceramica – è determinante ai fini dell’atmosfera di un locale o di una stanza.
Prima della posa, il/la pavimentista realizza la soletta di sottofondo ed esegue i necessari controlli per verificare l’assenza di umidità. All’occorrenza esegue anche l’isolamento acustico e termico del pavimento. Alla fine del lavoro provvede al trattamento della superficie (ad es. levigatura e sigillatura delle fughe nei pavimenti). Nel caso di pavimenti di grandi dimensioni (per saloni, palazzetti dello sport ecc.) lavora in squadra con altri artigiani del settore.
Il/La pavimentista opera prevalentemente in spazi interni.

ATTITUDINI
Abilità manuale, capacità di visualizzazione degli ambienti finiti, senso della precisione, resistenza alla fatica, costituzione fisica adeguata.

FIGURE PROFESSIONALI AFFINI
Piastrellista e posatore di pietra.

PERCORSO FORMATIVO

SCUOLE:
Scuole edili

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE O CONTRATTO DI MESTIERE:

– Età compresa tra i 18 e i 29 anni (dal compimento dei 17 anni per i soggetti in possesso di una qualifica professionale conseguita ai sensi del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n.226);
– Durata del contratto di apprendistato professionalizzante: 48 mesi (III Gruppo);
– Il Piano formativo individuale (PFI), redatto sulla base dei profili formativi forniti dal FORMEDIL Nazionale, definisce il percorso formativo dell’apprendista coerentemente alla qualifica da raggiungere;
– 80 ore medie annue di formazione;
– Corsi formativi presso strutture formative accreditate dalla Regione, o all’interno dell’azienda di 120 ore per la durata del triennio;
– Apprendisti con età superiore ai 26 anni compiuti ore di formazione ridotte del 50%;
– Al termine del percorso, l’apprendista ottiene la qualifica professionale acquisita ai fini contrattuali e la formazione verrà registrata nel Libretto personale di formazione professionale edile.

LAVORATORE DIPENDENTE O LAVORATORE AUTONOMO:
Laboratori artigiani, imprese edili, cantieri.

ATTIVITA’ IN PROPRIO:
L’attività può essere esercitata in forma autonoma attraverso l’iscrizione all’Albo delle imprese artigiane.